I trend di Google AdWords nel Q2 del 2017

Milano, 11 Agosto 2017

In questi giorni ho scaricato e letto il report trimestrale di iProspect sui trend del mercato mondiale (anche se a forte connotazione statunitense) legato a Google AdWords (si scrive nel report del paid search in generale, ma si legge Google AdWords in particolare).
iProspect è un’agenzia di marketing digitale tra le più grandi al mondo, è diffusa in 54 paesi e segue clienti come General Motors, Microsoft, Adidas e tanti altri brand molto conosciuti al grande pubblico.
Ogni trimestre redige un report in cui misura le variazioni anno su anno (YoY) delle principali metriche di Google AdWords, report che è il frutto dell’analisi di 1800 account Google AdWords, per un totale di circa 200.000 campagne attive (gestite dagli headquarters statunitensi, ma attive non solo negli Stati Uniti).
Io mi sono letto quello dedicato al Q2 2017, ossia al secondo trimestre di quest’anno.
Vi sono dei dati interessanti che cercherò di riassumere in breve.

1. Aumento del cpc medio

Trend cpc Google AdWords
Il cpc medio ha toccato i livelli più alti dal 2014 (anno del primo report di questa società) a oggi, e questo aumento (+36% YoY) è stato dovuto principalmente a due fattori:
a) L’aumento della competizione su mobile per comparire ai primi posti sulle SERP (Search Engine Results Pages) di Google; su mobile c’è più competizione per stare nelle prime 2-3 posizioni; la crescita del cpc su mobile è stata del 52% YoY, mentre quella su desktop e su tablet sono state rispettivamente del 33% e del 18,5%, sempre anno su anno.
b) Un cambio, a Maggio di quest’anno, nel calcolo dell’AdRank di Google, ossia di quel valore che decide il posizionamento degli annunci sulle serp, cambio che è costituito in un aumento di peso del cpc massimo offerto dagli inserzionisti a scapito di altri elementi come il punteggio di qualità.

2. Calo dei clic

Trend clic Google AdWords
All’aumento del cpc ha corrisposto una diminuzione dei clic deliverati (-27,5% YoY), e questo vuol dire che gli inserzionisti hanno accettato la sfida di competere alzando il cpc, ma all’interno sempre degli stessi budget; s’è alzato il costo per clic ma non s’è alzato il budget speso in campagne AdWords, e questo ha portato a un calo di volumi di traffico sui siti degli inserzionisti.

3. La golden share dei clic al mobile

Clic share by device
Nel Q2 del 2017 la quota di clic provenienti da mobile è stata del 60%, rispetto al 32% di clic da desktop e all’11% di clic da tablet; nell’ultimo anno la quota di clic da mobile è cresciuta dal 49% al 60% e quella di clic da desktop è diminuita dal 39% al 32%.

4. Diminuzione del ctr

Legenda by device
Trend ctr Google AdWords
A livello di CTR (clickthroughrate), esso è diminuito del 13% rispetto al secondo trimestre dello scorso anno; il calo più vistoso è stato su mobile (-25% YoY), mentre più contenuti sono stati i cali su desktop e tablet (rispettivamente -4,5% e -18% YoY).

5. Crescita delle campagne Shopping

Google AdWords Shopping clic
Continuano a crescere anche le campagne Shopping; i clic provenienti da queste campagne sono cresciute anno su anno del 49%, mentre la crescita del cpc sulle campagne Shopping s’è dimostrata più contenuta rispetto alla crescita delle campagne Search (+8,5% YoY rispetto al +45% YoY del Search).













Se vuoi commentare o integrare questi dati, puoi chiamarmi al 342.0210040 o compilare il form qui sotto.
Nome

Cognome

Email

Richiesta


Invia